La Montina - deWINE

Vai ai contenuti

Menu principale:

VISITE IN CANTINA > Franciacorta
LA MONTINA

LA STORIA
Le Tenute "La  Montina" sono posizionate in un territorio estremamente favorevole alla  coltivazione della vite. Sorgono tra il lago d’Iseo e l’anfiteatro  morenico del lago di Garda.
Origini che hanno determinato un  terreno con straordinaria ricchezza minerale, che, unita  all’eterogeneità dei suoli, costituisce l’elemento distintivo di una  viticultura di qualità, pienamente apprezzabile nelle caratteristiche  sensoriali di ogni Franciacorta.
Le prime notizie su "La Montina"  risalgono attorno al 1620. Proprietari della casa padronale erano i  “Montini”, antenati di Papa Paolo VI, il cui cognome è all’origine del toponimo ”Montina”.
Nel 1987-88 la famiglia Bozza acquista  l’intera tenuta e, fedele alle proprie origini di produttori di vino,  inizia un percorso di riammodernamento, costruendo una cantina completamente interrata nella collina.
La Montina dispone di circa 72 ettari di terreno vitato, dislocati in 7 comuni del territorio Franciacortino.
I vitigni coltivati sono lo Chardonnay ed il Pinot Nero. Un tentativo  si fece anche con il Pinot Bianco, ma la zona si è rivelata inadatta per  questo vitigno.
La produzione annua si attesta su circa 500.000 bottiglie.
La vendemmia che dura una decina di giorni, avviene anticipando la  raccolta delle uve rispetto alla completa maturazione. Uve rigorosamente  raccolte a mano e disposte in cassette dal peso complessivo non  superiore ai 18kg.


VINIFICAZIONE / AFFINAMENTO
La cantina per la fase di "PRESSATURA", oltre alle tipiche presse a polmone, dispone di un “torchio” come le cantine più dotate in Champagne. Esso è però poco usato nel ciclo di produzione tradizionale.
Le circa 50 vasche in acciaio e botti in legno di rovere Francese, verranno poi utilizzate per le fasi successive.
Degna di nota è l'idea innovativa per il "Battonage".
Una struttura in acciaio sorregge le botti in legno, mentre nei punti cardine dei tralicci troviamo delle rotelle che permettono la rotazione della botte senza effettuare particolare sforzo, ne utilizzando "strumenti esterni”, che potrebbero contaminare il vino.
La SCUOTITURA (o remouage) avviene in maniera automatica, sia per motivi di spazio che di tempo.
Il DEGORGEMENT avviene con gel ghiacciante e va a sostituire la vecchia sboccatura manuale.
Il RABBOCCO con “liqueur d’espedition” è principalmente composto da zuccheri e vini pregiati selezionati dalle vecchie annate in cantina.


PRODUZIONE
La cantina attualmente produce metodo Franciacorta di tipo:
🔸Brut (85% Chardonnay – 15% Pinot Nero) almeno 24 mesi sui lieviti.
🔸Extra Brut (75% Chardonnay – 25% Pinot Nero) almeno 24 mesi sui lieviti.
🔸Saten (100% Chardonnay) 30 mesi sui lieviti – il 30% con affinamento in legno.
🔸Millesimato Brut (60% Chardonnay – 40% Pinot Nero) almeno 38 mesi sui lieviti.
🔸Riserva Pas Dosè (55% Chardonnay – 45% Pinot Nero) almeno 60 mesi sui lieviti.
🔸Rosè Millesimato Extra Brut (85% Pinot Nero – 15% Chardonnay) almeno 30 mesi sui lieviti.
🔸Rosè Demi-Sec (60% Pinot Nero – 40% Chardonnay) almeno 24 mesi sui lieviti.
Oltre ai Franciacorta vengono prodotti:
🔹Bianco Palanca (100% Chardonnay) affinamento in vasche d'acciaio.
🔹Rosso dei Dossi (55% Cabernet – 45% Merlot) affinato 14 mesi in botti e barrique.

Torna ai contenuti | Torna al menu