Prosecco UNESCO - deWINE

Vai ai contenuti

Menu principale:

deWINE SCHOOL > Curiosità
deWINE NEWS: LE COLLINE DEL PROSECCO PATRIMONIO MONDIALE DELL’UNESCO

Le colline del prosecco di Conegliano e Valdobbiadene "da oggi sono Patrimonio Mondiale dell'Umanità dell'Unesco.
Grazie alla loro bellezza paesaggistica, culturale, agricola unica e al gran lavoro promozionale di squadra del sistema-Paese".
Lo annuncia su Twitter il ministro degli Esteri, Enzo Moavero Milanesi.
La proclamazione è avvenuta in occasione della 43° sessione del Comitato mondiale, con delibera unanime dei 21 Stati membri, a conferma dell’alta qualità della candidatura italiana.

Non tutti però ne sembrano felici.
La candidatura, proposta sin dal 2010 e sostenuta nel 2017 dall'allora ministro per le Politiche agricole Maurizio Martina, ha visto infatti sollevarsi il fronte del 'no' da parte di alcune associazione ambientaliste (tra cui WWF, Legambiente, Pesticides Action Network, Marcia Stop pesticidi, Colli Puri) preoccupate degli effetti della viticoltura intensiva e dell'uso dei pesticidi che caratterizzano la produzione delle colline del Trevigiano.
Ma sulle colline venete la mano dell'uomo sembra essere stata una benedizione, almeno finora. Nella descrizione ufficiale dell’Unesco, si legge che "la zona include una serie di catene collinari, che corrono da est a ovest, e che si susseguono l’una dopo l’altra dalle pianure fino alle Prealpi, equidistanti dalle Dolomiti e dall’Adriatico, il che ha un effetto positivo sul clima e sulla campagna”.
Torna ai contenuti | Torna al menu